PIAZZA ARMERINA

Alla Villa Romana il cibo che unisce i popoli

di

ENNA. La Villa Romana del Casale e le sue immagini musive legate al cibo come collettore e sintesi delle varie culture legate al "Mare Nostrum". Migranti, ricette lontane secoli riportate alla luce e il sito Unesco che racconta e si racconta attraverso gli alimenti che compaiono tra i mosaici dichiarati patrimonio dell' Umanità. Il 6 ottobre a Palazzo Trigona della Floresta, sede degli uffici del Parco Archeologico, si terrà il secondo e ultimo workshop del progetto "Extra Moenia. Villa senza confini" che ha già visto protagonisti i richiedenti asilo provenienti dai lontani paesi africani.

Un percorso che ha proiettato ancora una volta il sito Unesco in una dimensione di "inclusione" sociale e integrazione culturale, offrendo i propri mosaici e le immagine rappresentate alla fruizione conoscitiva da parte dei migranti provenienti dall' Africa e dal Medio Oriente.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI ENNA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X