LA PROTESTA

Rifiuti, dipendenti Ennauno senza stipendi da oltre 5 mesi

di

ENNA. Vantano ben 5 mesi e mezzo di stipendi arretrati e da stamattina per protesta iniziano lo sciopero della fame e sete. Lo faranno i 6 dipendenti di Ennaeuno che operano al centro comunale di raccolta di contrada Venova a Enna alta. I lavoratori sono ormai allo stremo, ma oltre a lamentare il ritardo del pagamento denunciano anche il fatto che sia per la società Ennaeuno che il Comune sono «invisibili». Infatti il centro che dovrebbe occuparsi sia della raccolta differenziata che dello stoccaggio di rifiuti ingombranti, è piano zeppo come un uovo. Ma anche tutte le altre limitrofe sono divenute ormai discariche a cielo aperto di tutti i generi di rifiuti ingombranti.
Il motivo di questo «collasso», perché Ennaeuno non paga la ditta che effettua il ritiro di questi materiali che tra l' altro provengono da tutto il territorio provinciale. Ma da Ennaeuno però fanno sapere che se è vero che la ditta non viene pagata è anche vero che i Comuni non hanno mai versato un centesimo a Ennaeuno per questo servizio. Quindi al solito è il cane che si morde la coda.

 

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI ENNA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X