TRIBUNALE

Nicosia, consigliere condannato a 1 anno e 4 mesi per violenza sessuale

di
Enna, Cronaca

NICOSIA. Il Tribunale di Enna ha condannato ad un 1 e 4 mesi, pena sospesa, il consigliere comunale Francesco La Giglia per violenza sessuale. «Al momento preferisco non rilasciare dichiarazioni - commenta il consigliere La Giglia, che non si sa ancora se di dimetterà - parlerò nei prossimi giorni».

La sentenza del Gup, Luisa Maria Bruno, ha stabilito che le parti civili costituite hanno diritto ad un risarcimento da quantificarsi in sede civile, ma ha deciso che per la vittima ci sia una provvisionale immediatamente esecutiva di 5 mila euro. Dichiarata anche l' interdizione perpetua dell' imputato a ricoprire l' ufficio di tutore o protutore. La vittima e il marito, costituite con l' avvocato Salvatore Timpanaro, chiedevano un risarcimento di un milione di euro. Al processo, come parte civile, anche il Centro antiviolenza "Sandra Crescimanno" di Enna - Piazza Armerina.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI ENNA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati