AMBIENTE

Caos e disagi nei rifiuti, comuni ennesi in fuga dall'Ato

di
Enna, Cronaca

ENNA. I due sindaci di Centuripe e Regalbuto annunciano l' avvio dell' attività della nuova società consortile. Ma dai sindacati arriva la diffida ad iniziare. Succede nel comparto rifiuti dove in questi giorni come già annunciato dai sindaci di Centuripe e Regalbuto rispettivamente Elio Galvagno e Francesco Bivona, prenderà il via l' attività la società consortile Saes nata dal volere delle due amministrazioni e che si occuperà della raccolta dei rifiuti nei due comuni.

Questo di fatto significa la fuoriuscita dall' Ato Ennaeuno. La nuova società andrà a gestire parte di mezzi e personale provenienti da Ennaeuno. E di fatto significa l' abbandono della società d' ambito. Ma per Cgil, Cisl, Uil, Fiadel e Ugl questa operazione è illegittima e quindi hanno diffidato tutti gli enti interessati ognuno per le proprie competenze a bloccare questa operazione.

Le parti sociali ribadiscono per l' ennesima volta che se operazioni di questo genere si dovevano fare, la legge regionale in materia fissava come data ultima il 15 luglio scorso.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI ENNA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati