CONDANNATO PER TRUFFA

Non vuole finire in carcere a Palermo, va a Enna in auto per costituirsi

di
Enna, Cronaca
Fonte Pixabay

ENNA. Ha percorso 140 chilometri e dopo un viaggio durato molte ore per un guasto all'auto su cui viaggiava, si è consegnato spontaneamente ai poliziotti ennesi.

Sapeva che lo avrebbero dovuto arrestare ma non voleva finire in carcere a Palermo. Il protagonista dell' insolita vicenda è Maurizio Valentino, quarantenne palermitano, raggiunto da un provvedimento di esecuzione pena della Procura generale di Palermo, per il reato di associazione a delinquere finalizzata alla truffa, per fatti commessi fino al 2007 fra la Sicilia e la Sardegna.

Era stato condannato dalla Corte d' appello di Palermo nel 2015 a due anni e 6 mesi di reclusione, da espiare in carcere.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati