TRIBUNALE

Blitz «Terremoto», indagato di Pietraperzia torna libero

di
pietraperzia, tribunale, Enna, Cronaca

PIETRAPERZIA. Uno lascia il carcere, una ordinanza è stata annullata, altre due no e per una quinta posizione a ore è attesa la decisione dei giudici. Questo, in sintesi, lo spaccato tracciato dal tribunale del riesame di Caltanissetta sull' onda degli appelli presentati da cinque tra gli otto destinatari di provvedimenti cautelari, tra arresti e divieti vari, scattati sull' onda del blitz antidroga dei carabinieri ribattezzato «Terremoto».

Che ha toccato, quanto a coinvolgimenti, Caltanissetta, Riesi, Pietraperzia e Catania. Il Riesame di Caltanissetta presieduto da Roberta Serio (relatore Nadia Marina La Rana) ha inferto il colpo di spugna all' ordinanza di custodia cautelare in carcera a carico del trentaseienne di Pietraperzia Liborio Lo Presti che era detenuto al carcere di Belluno. Con il pronunciamento è subito tornato un uomo libero.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati