SANITA'

Enna, via alla stabilizzazione degli ultimi 40 precari dell’Asp

di

ENNA. Via libera alla stabilizzazione degli ultimi 40 precari dell’Azienda sanitaria provinciale di Enna.

La direzione dell’Asp, composta da Giovanna Fidelio, direttore generale, Maurizio Lanza, direttore amministrativo, ed Emanuele Cassarà, direttore sanitario, ha adottato una delibera attraverso la quale ha approvato il bando con il quale si procederà alla stabilizzazione dei quaranta lavoratori che non erano ancora in possesso di un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

L’Asp, per approvare questa delibera, quindi, ha seguito le linee guida emanate in precedenza dall’assessorato regionale alla Salute, anche tenendo in considerazione i quaranta posti vuoti presenti nell’organico dell’Azienda sanitaria.

Adesso, quindi, bisogna procedere con il passaggio burocratico successivo, ossia la pubblicazione del bando. In seguito, i quaranta lavoratori potranno parteciparvi ed avviare, in questo modo, l’iter necessario per la stabilizzazione.

«Era un impegno che l’amministrazione aveva preso nei confronti di questi lavoratori, i quali prestano servizio all’Asp da diversi anni – spiega Emanuele Cassarà, direttore sanitario dell’Azienda sanitaria provinciale di Enna -. Ci siamo riusciti e, per questo motivo, questo provvedimento rappresenta per noi un motivo di grande soddisfazione».

Anche la Uil non nasconde la propria soddisfazione per questo risultato. Ma, al tempo stesso, il sindacato guidato dal segretario generale Giuseppe Adamo, lancia una nuova sfida che mira al miglioramento degli standard sanitari in tutta la provincia. «Questo provvedimento – sono le parole di Giuseppe Adamo -, consente all’azienda di poter spostare delle risorse. I fondi prima previsti sui precari, infatti, adesso potranno essere spostate su determinate figure. A cominciare dai primari che permetteranno di portare avanti la sanità in questa provincia».

Sulla futura stabilizzazione dei quaranta precari ancora in servizio all’Asp, invece, Adamo sottolinea come «noi siamo stati gli unici a credere in questa possibilità – prosegue il segretario generale provinciale della Uil -. Tanto che avevamo sollecitato più volte l’Asp ad adottare tutti i provvedimenti necessari per procedere in tal senso. I vertici dell’azienda sono riusciti a farlo entro la fine dell’anno e, per questo motivo, da parte nostra non può che esserci grande soddisfazione. La Regione, qualche tempo addietro, aveva emanato le linee guida da seguire per la stabilizzazione e per noi questa rappresentava una opportunità da non perdere. Anche da noi – conclude Giuseppe Adamo, segretario generale provinciale di Enna della Uil -, quindi, è possibile ogni tanto ottenere qualche risultato positivo».

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X