SANITA'

Oasi di Troina, sì all'assistenza virtuale

di

TROINA. Al via all'Irccs Oasi Maria Sanntissima Onlus di Troina il progetto sperimentale «M.a.c (Mi abilito a casa)» sostenuto economicamente dalla Fondazione Vodafone Italia per la riabilitazione a distanza dei pazienti con disabilità intellettiva attraverso innovativi strumenti tecnologici. Il progetto dell’Oasi, che riceverà circa 66 mila euro, è stato selezionato, assieme ad altri 18, in tutta Italia.

L’iniziativa vuole migliorare le condizioni di salute delle persone con disabilità intellettiva, sia ragazzi che adulti, facendo interagire reale e virtuale.

«L’iniziativa è stata pensata - spiegano dall’Istituto - per andare incontro alle esigenze dei ragazzi per sperimentare in maniera attiva e partecipativa il loro contributo alla vita familiare e sociale dell’ambiente di appartenenza e nasce dopo un'altra sperimentazione con risultati positivi svolta in un ambiente di realtà virtuale immersiva».

Partendo da quella prima esperienza è nata l’esigenza di andare oltre ed offrire strumenti utilizzabili anche a casa. «I dati emersi - continuano dall’Oasi - hanno evidenziato la necessità di fornire nuovi strumenti per continuare a casa l’attività di abilitazione e le sedute di insegnamento -apprendimento».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X