CARABINIERI

Regalbuto, anziano rapinato all’uscita della Posta: un arresto

di

REGALBUTO. Ieri mattina i carabinieri della Stazione cittadina hanno arrestato Stefano Meli, 39 anni, pluripregiudicato di Regalbuto, ancora una volta per rapina aggravata. Sulla base delle accuse che hanno fatto scattare l’arresto il primo dicembre del 2016 avrebbe rapinato un pensionato di 81 anni, immobilizzandolo e alleggerendolo dei 2.500 euro che l’anziano aveva prelevato poco prima dall’Ufficio postale. Meli era stato già arrestato a novembre del 2015, con altri pregiudicati, per delle rapine in danno di anziane signore che si erano verificate a Regalbuto nell’estate del 2015.

Ieri l’arresto è scattato in ottemperanza ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Enna.

Le indagini condotte dai carabinieri della Compagnia di Nicosia, comandata dal capitano Marco Montemagno, e dei militari in servizio alla Stazione di Regalbuto con il coordinamento del sostituto procuratore di Enna Francesco Lo Gerfo, avrebbero confermato, anche attraverso delle testimonianze, che a rapinare l’anziano, poco più di un anno fa, sarebbe stato Stefano Meli. «Le indagini - spiega il capitano Marco Montemagno - hanno consentito di documentare, attraverso la raccolta di alcune testimonianze, che nella tarda mattinata dell’1 dicembre 2016 un uomo di 81 anni di Regalbuto dopo essersi recato all’Ufficio postale della cittadina ed aver prelevato un ingente somma di denaro, mentre si trovava lungo le vie del centro veniva avvicinato dal Meli, il quale dopo averlo immobilizzato dal bacino, torcendogli il braccio con violenza, gli strappava il denaro poco prima prelevato per un importo di poco più di 2.500 euro». Dopo la rapina Meli si sarebbe dileguato per le vie del centro.

Dopo l’arresto e le formalità di rito Stefano Meli è stato tradotto nella casa circondariale di Enna, dove rimane a disposizione dei magistrati. Stefano Meli non è nuovo alle contestazioni mossegli con l’arresto di ieri, infatti era già stato arresto il 28 novembre del 2015 dai carabinieri della Compagni di Nicosia, assieme ad altri pregiudicati, per lo stesso reato. Nel 2015 Meli era stato fermato, sempre su ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Enna che gli era stata notificata nel carcere di Caltanissetta dove si trovava per altri fatti, quale responsabile di un’altra rapina consumata ai danni di un’anziana signora a giugno del 2015. La mattina del 5 giugno 2015 Stefano Meli, dopo aver pedinato un anziana donna di Regalbuto, sulla base delle contestazioni mosse dagli inquirenti, all’improvviso le aveva strappato la collana d’oro che portava al collo procurandole anche delle lesioni lievi, per poi scappare. In quell’occasione era stato inchiodato dalle telecamere di videosorveglianza.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X