CARABINIERI

Minacce al sindaco di Valguarnera: in manette un disoccupato

di

VALGUARNERA. Pretende che il Comune gli paghi le bollette di acqua e luce. E quando la sindaca Francesca Draià gli spiega che non è possibile, perché c’è tanta gente bisognosa e per questo genere di aiuti bisogna seguire una procedura prevista dalla legge, va in escandescenze.

Risponde che le incendierà la macchina, poi se la prende pure con i carabinieri, che alla fine riescono, non senza fatica, a bloccarlo. Per questo i militari della stazione valguarnerese, agli ordini del luogotenente Nicola Lo Moro, hanno tratto in arresto Giuseppe Sinistra, 45 anni, disoccupato già noto alle forze dell’ordine.

Le accuse sono minacce e resistenza a pubblico ufficiale. Secondo quanto ricostruito dai militari, il quarantacinquenne era andato al Comune proprio con l’intenzione di chiedere un aiuto per le bollette. A un certo punto, però, avrebbe preso a seguire l’amministratrice e a tallonarla dentro l’edificio, inveendo contro di lei. Solo l’intervento dei carabinieri ha evitato che la situazione potesse degenerare ulteriormente, nonostante Sinistra abbia reagito con violenza, e con minacce, pure contro di loro.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO L'ARTICOLO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X