IL CASO

Violenze alla figlia della compagna, un perito: "Ragazzina credibile"

di

ENNA. L’accusa mette a segno un importante punto al processo a carico di un operaio della provincia, 57 anni, accusato di violenza sessuale ai danni della figlioletta diciassettenne della sua convivente. La piccola Maria, per citare il nome fantasioso che è stato scelto dai carabinieri quando quell’uomo, lo scorso settembre, fu arrestato, è affetta dalla nascita di una lieve forma di minorazione psichica, tant’è che vive in una comunità.

Ma in aula ha deposto la psicologa che l’ha visitata, consulente della Procura di Enna, secondo cui il suo stato mentale non le impedisce di comprendere la realtà che la circonda.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook