IL CASO

Leonforte, tombe nel degrado: diffide per gli eredi dei defunti

di

LEONFORTE. Le tombe rischiano di essere esumate e le salme sistemate nel campo comune o nell’ossario del cimitero, perché le lapidi sarebbero troppo fatiscenti e gli eredi, ammesso che ve ne siano, non hanno fatto alcuna manutenzione.

Per questo il Comune ha pubblicato all’albo pretorio undici diffide per gli “eredi irreperibili” dei defunti: se non si presentasse nessuno entro due settimane, c’è il rischio della decadenza delle concessioni cimiteriale, con tutto ciò che prevede il regolamento di polizia mortuaria per casi del genere (traslazione al campo comune compresa).

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook