TRIBUNALE

"Tentò di stuprare una cameriera", direttore d'albergo riconosciuto colpevole ad Enna

di

ENNA. Secondo il Tribunale di Enna, sarebbe saltato addosso a una giovane cameriera dell’hotel di cui era il direttore, palpeggiandola nelle parti intime, il 18 marzo 2010. Per questo G.B., quarantenne di Piazza Armerina, è stato condannato a 2 anni di reclusione, pena sospesa.

La sentenza è stata emessa dal Tribunale collegiale di Enna, presieduto dal giudice Giuseppe Tigano, che ha condannato l’imputato pure a risarcire i danni alla giovane. La parte civile è assistita dall’avvocato Salvatore Giangrasso. I danni sono stati già liquidati dai giudici nella sentenza, che li quantifica in 5 mila euro.

La violenza è stata ritenuta dai giudici di lieve entità. L’imputato è difeso dall’avvocato Luigi Spinello. Le motivazioni saranno depositate entro novanta giorni, poi inizieranno a decorrere i termini per eventuali ricorsi in appello.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X