SPETTACOLI

"Anfiteatro di Sicilia" a Morgantina e Villa del Casale, il via con Guerritore

anfiteatro di sicilia, Morgantina, Piazza Armerina, Enna, Cultura
Monica Guerritore

PIAZZA ARMERINA. Sarà la prima dell’opera 'Dall’inferno all’infinito', scritta e interpretata da Monica Guerritore ad aprire, il 2 e il 3 luglio prossimi nel Teatro Greco di Morgantina, ad inaugurare le iniziative di 'Anfiteatro di Sicilia', promosso dall’assessorato regionale al Turismo. Il cartellone è stato presentato dall’assessore Anthony Barbagallo a Piazza Armerina, che con la 'Villa del Casale' sarà per la prima volta palcoscenico della manifestazione.

Nel Teatro Greco di Morgantina andranno in scena produzioni realizzate dalla fondazione Taormina Arte, dal Teatro Stabile e da artisti indipendenti. Dopo l’esordio con Monica Guerritore si proseguirà con due spettacoli prodotti da Taoarte: l’orchestra a plettro di Taormina e il pianista Mario Galeani (14 e 21 luglio). Seguirà la messa in scena de 'l'Amletò nell’adattamento del regista Andrea Elodie Moretti (22/7), e poi torna la musica, con l’esibizione dell’Orchestra a fiati del Conservatorio A. Corelli di Messina (29/7). Ad agosto, il 4, in scena 'Il sogno di un uomo ridicolò di Fedor Dosotoevskij, interpretato da Gabriele Lavia, e la 'Serata d’onore' di Michele Placido (18/8). Due gli spettacoli del Teatro Stabile di Catania: 'Novelle per un anno' (15/7) e 'Diskolos' (28/7). Per le produzioni indipendenti l’opera musicale popolare 'Il Cavalier e l’Angelica', con testi e musiche di Salvatore Guglielmino, tratto dall’Orlando Furioso.

La Villa Romana del Casale, invece, in cinque date (23 e 30 luglio; e 6, 13 e 20 agosto) sarà sede di uno spettacolo che farà rivivere le atmosfere del passato della Villa, tra giochi di suoni, luci e musiche dal vivo.

«Non soltanto, per la prima volta, le due location saranno protagoniste di un calendario d’eventi che si svilupperà lungo tutta la stagione estiva - ha dichiarato l’assessore Barbagallo - ma nelle serate delle messe in scena sarà possibile visitare i siti archeologici, compresa la Venere di Morgantina. Sono molto soddisfatto - ha concluso l’assessore - non solo per la qualità delle produzioni ma, soprattutto, perché abbiamo realizzato una concreta azione di promozione territoriale di due tra le nostre location di maggior prestigio e capacità attrattiva turistica».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X