TRIBUNALE

Ciclista travolto e ucciso ad Enna, sei anni all’investitore

di

ENNA. Il giudice del tribunale di Enna, Elisabetta Mazza, ha condannato a 6 anni e 4 mesi di reclusione il «pirata della strada» che il 13 settembre scorso investì e uccise, sulla statale Pergusina, il ciclista ennese Maurizio Vaneria, cinquantenne, dipendente di un supermercato, sposato e padre di due figli. Maurizio Mingrino, 51 anni, di Pietraperzia, è stato ritenuto colpevole di omicidio stradale.

Nel computo della sentenza, va detto, ha influito lo sconto di un terzo di pena per il rito abbreviato. Del resto Mingrino ha confessato da tempo, dopo esser stato scoperto e arrestato, all’indomani dell’incidente, dalla polizia. In aula si sono costituiti parte civile i familiari della vittima, assistiti dagli avvocati Mauro Di Natale e Salvatore Napoli.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook