TRIBUNALE

Strage di Catenanuova, confermate le condanne in Appello

di

CATENANUOVA. La Corte d’assise di appello di Caltanissetta ha confermato un ergastolo, inflitto al catanese Giovanni Piero Salvo, e una condanna a 15 anni per il suo ex cognato, il catenanuovese Filippo Passalacqua, oggi pentito, reo confesso e principale accusatore del primo.

Si è chiuso così, dunque, il processo sulla cosiddetta «strage di Catenanuova», l’uccisione dell’imprenditore Salvatore Prestifilippo Cirimbolo e il ferimento di cinque persone, la sera del 15 luglio 2008 davanti a un bar del centro. Nessuna rilettura dei fatti per Salvo e nessuno sconto di pena al collaboratore di giustizia. È questo ciò che avevano chiesto le difese, su due posizioni diametralmente opposte da quando il secondo, come detto, ha deciso di voltare le spalle al clan Cappello di Catania e di collaborare con lo Stato.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X