LA DECISIONE

Pascoli tolti a due fratelli, il tribunale dà ragione all'azienda silvo pastorale di Troina

di

TROINA. L’Azienda speciale silvo pastorale di Troina, ottiene ragione dalla Sezione agraria del Tribunale di Catania. Legittimamente sciolse, nel 2016, i contratti di affitto dei pascoli con le aziende agricole raggiunte da interdittive antimafia. A rivolgersi al Tribunale di Catania erano stati i fratelli Sebastiano e Giuseppe Musarra Pizzo di Tortorici, che nel marzo scorso furono denunciati nell’operazione Nebros, coordinata dalla Procura di Patti, che ha fatto luce su una tentata truffa da 280 mila euro ai danni dell’Agea per avere dichiarato di avere titolo su terreni gestiti dall’Assp, ma i cui contratti erano stati sciolti dall’Azienda di Troina.

Nel 2016 l’Azienda speciale silvio pastorale di Trona, che gestisce qualcosa come quattromila e duecento ettari di terreni del demanio di Troina, concessi a pascolo, sciolse in maniera unilaterale ben diciassette contratti con altrettanti soggetti (aziende agricole, ditte individuali e società, con sede a Siracusa e nel messinese a San Teodoro, Cesarò, Tortorici e San’Agata di Militello), per effetto delle interdittive antimafia che erano state adottate dalle Prefetture di Siracusa, Messina ed Enna nei confronti dei soggetti in odore di mafia.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X