PROCURA

Furbetti del cartellino, abusivismo e furti: cresce il numero degli esposti anonimi a Enna

di

ENNA. «E’ un impiegato pubblico. Ma anziché andare a lavorare, trascorre le giornate al bar a bere birra». «I signori hanno costruito un intero piano abusivo nel centro storico e nessuno interviene». «Non paga l’acqua perché ha interrato dei tubi e la ruba al Comune».

Sono alcuni degli esposti e delle denunce anonime che comunemente, e con una certa frequenza, vengono spediti in Procura. Quest’anno a Enna è boom di «corvi»: se statisticamente ogni 31 dicembre, in media, è difficile che si superi il centinaio di denunce anonime alla magistratura ennese, il 4 agosto scorso questo tipo di «segnalazioni» aveva già superato quota 80.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X