TRAPIANTI

Prelievo di organi a Catania, donatrice è una giovane mamma di Agira

CATANIA. Un prelievo di organi è stato eseguito nelle prime ore di stamane nell’ospedale Cannizzaro di Catania dal corpo di una donna di 32 anni, Loredana Artino, nata a Leonforte e residente ad Agira, morta ieri. E’ la terza donazione di organi in un mese all’ospedale Cannizzaro dopo quella dello studente di Enna Danilo Di Majo (30 luglio) e dell’agronomo di Scicli (Ragusa) Francesco Gianfranco Agnello (2 agosto).

La donatrice, sposata e mamma di due bambine, era stata ricoverata una settimana fa nell’unità operativa di Anestesia e Rianimazione del Cannizzaro in seguito ad una emorragia cerebrale dovuta alla rottura di un aneurisma. Il marito e la madre hanno dato il consenso alla donazione degli organi come "atto di generosità e altruismo".

L’osservazione era iniziata nella mattinata di ieri mentre l’intervento, cominciato attorno alle 4 della notte scorsa, si è concluso dopo le 9 di stamane con la donazione di fegato, pancreas, reni e cornee.

Il fegato è stato prelevato da un’équipe dell’Ismett di Palermo, il pancreas da un’équipe di Padova che ha prelevato anche il rene sinistro. I rene destro è andato al Policlinico di Catania. Le cornee sono state prelevate dagli oculisti dell’Azienda ospedaliera Cannizzaro e sono state destinate alla Banca degli occhi di Palermo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X