PROCESSO HOMO NOVUS

Processo per mafia e racket a Leonforte, in due vanno in cella

di

LEONFORTE. Uno dei due, il trentenne Gaetano Cocuzza, si trovava per strada, fermo con un amico davanti a un bar, quando è stato avvicinato dai poliziotti della Squadra Mobile di Enna e del Commissariato di Leonforte, i quali gli hanno intimato di seguirli. L’altro, il quarantunenne Nicola Guiso, detto “Dariu u lupu”, è stato arrestato dopo essere appena uscito dal barbiere.

Sono stati catturati l’altro ieri pomeriggio gli unici due a piede libero del processo antimafia Homo Novus, per cui poche ore prima era uscita la sentenza, con cui la Corte di Cassazione ha reso definitive le condanne.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X