LA TRAGEDIA

Firenze, ennese strangola la moglie e tenta di suicidarsi

di

FIRENZE. Tragedia della disperazione a Scandicci, nell’hinterland di Firenze, dove Rosario Giangrasso, un muratore cinquantatreenne originario di Regalbuto, in provincia di Enna, ha strangolato la moglie Dao, 43 anni, originaria della Thailandia, e poi ha tentato il suicidio tagliandosi le vene con un coltello da cucina.

L’uxoricida, che avrebbe agito in preda alla rabbia per le gravi condizioni economiche in cui versa la sua famiglia – una situazione che avrebbe anche incrinato il suo rapporto con la moglie – sarebbe già fuori pericolo. Giangrasso è andato via dalla Sicilia da parecchio tempo e avrebbe quasi perso i contatti con il territorio ennese. A chiamare i soccorsi è stata la maggiore delle due figlie, quattordicenne, che rientrando a casa ieri mattina ha trovato il padre a terra sanguinante e solo dopo ha notato anche il corpo senza vita della mamma, che si trovava sul letto, strangolata con alcune fascette da elettricista.

Immediati i soccorsi, l’intervento dei carabinieri e del 118, ma per la donna non c’era più niente da fare. Poi è stato trovato un biglietto, che sarebbe stato scritto dall’assassino.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X