ENNA

Delitto Barrafranca, ingiusta detenzione: Tambè viene risarcito

di

BARRAFRANCA. Fu arrestato il 21 novembre 2011 e rimase in carcere sino al 26 ottobre dell’anno seguente. Poi però Carmelo Tambè, incensurato di Barrafranca che oggi ha 34 anni, è stato assolto con formula piena, e con sentenza passata in giudicato, dalle accuse di concorso negli omicidi di Maurizio Marotta e Salvatore Caronte. È per questo che il suo avvocato, il penalista Gaetano Giunta, ha ottenuto adesso un risarcimento danni di 78 mila euro dallo Stato per ingiusta detenzione. Tambè rimase 11 mesi in carcere da innocente, coinvolto nella maxi-inchiesta Belvedere.

Ora la difesa ha rivendicato che non solo il giovane Tambè è innocente, ma non ha mai avuto alcuna colpa per l’ingiusto arresto. Da qui la richiesta, accolta, di risarcimento danni, che è anche, a sua volta, irrevocabile. Nessun commento da parte dall’avvocato Giunta.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X