CARABINIERI

Barrafranca, rapina una tabaccheria ma viene subito preso

di

BARRAFRANCA. Passamontagna e casco in testa, pistola rubata e una forte dose di spregiudicatezza. Così un diciannovenne incensurato, Matteo Marchì, sarebbe entrato in azione mercoledì pomeriggio alle 16, sparando un colpo in aria – ma nemmeno tanto, visto che i carabinieri hanno trovato l’ogiva a poco più di due metri di altezza – e facendo irruzione nella tabaccheria Lanza di via Vittorio Emanuele, per farsi consegnare l’incasso, circa 200 euro.

Dopo qualche ora, i carabinieri, erano già a bussare alla sua porta. Il giovane, che risulterebbe disoccupato e che non ha alcun precedente, ha negato tutto, ma per i carabinieri l’autore della rapina sarebbe proprio lui. In un rudere disabitato a due passi da casa sua sono stati rinvenuti la pistola, una calibro 32 risultata rubata a Catania, carica e una confezione di 48 proiettili, passamontagna e casco.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X