CORTE DEI CONTI

"Appalto irregolare", associazione di Centuripe dovrà restituire 770 mila euro

di

CENTURIPE. Presunta truffa per la costruzione di una strada interpoderale nelle campagne di Centuripe con i fondi del Por Sicilia 2000/2006, non basta che l'opera sia stata realizzata se l'incasso del contributo pubblico è viziato da irregolarità contabili e amministrative.  Tanto più se rischia di essere demolita perché priva dell'autorizzazione del Genio civile.

Con queste motivazioni la Sezione giurisdizionale della Corte dei conti ha riconosciuto il danno erariale di 770 mila euro condannando in solido a restituirli l’associazione agricola «San Todaro» di Centuripe, l'allora presidente Giuseppe Maria Costante, 45 anni, di Catania, ed i funzionari dell'assessorato regionale Agricoltura e foreste Carmelo Chiapparo e Daniele Di Franco, palermitani di 54 e 61 anni.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X