AMBIENTE

Infiltrazioni della rete fognante, trovati casi di inquinamento a Nicosia

di

ENNA. Ad ottobre scorso tecnici dell’Arpa di Enna e il Nucleo operativo provinciale del Corpo forestale, avevano prelevato campioni dai quattro punti di scarico, a cielo aperto, della rete fognaria cittadina, adesso arrivano le sanzioni che dovranno essere comminate dal Libero consorzio comunale di Enna. AcquaEnna rischia una maxi multa per oltre 300 mila euro.

I prelievi di ottobre vennero effettuati nell’ambito di una indagine per verificare la regolarità degli scarichi fognari della città che sono quattro. Ossia a Mammafiglia, in contrada Torretta, nel torrente a valle di Prati Gurri e nel torrente Fumetto a valle di Magnana. Indagini che erano partite dalla segnalazione di diversi abitanti di contrada Torretta, dove si trova uno degli scarichi fognari a cielo aperto.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X