TRIBUNALE

Omicidio Mungiovino a Villarosa, chiesta la riapertura del processo

di

VILLAROSA. Il superteste della difesa, che dopo oltre trent’anni aveva fornito un alibi all’assassino, l’anno scorso in aula si è rimangiato tutto, inducendo la Corte d’appello di Catania a dire no alla revisione del processo.

Ma gli avvocati di Giacomo Sollami, anziano di Villarosa che ha preso l’ergastolo per l’omicidio di Giovanni Mungiovino – ex assessore e presidente dell’ospedale Umberto I di Enna, assassinato il 9 agosto 1983 – non ci stanno e fanno ricorso in Cassazione, chiedendo nuovamente la riapertura del dibattimento.

Intanto il Tribunale di Sorveglianza ha concesso per un altro anno il differimento dell’esecuzione della pena. Per motivi di salute Sollami resta ai domiciliari: il regime carcerario è incompatibile con le sue condizioni. All’inizio del prossimo anno la questione si dovrà ridiscutere.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X