TRIBUNALE

"Raggirò degli investitori di Troina", pena ridotta per un ex direttore di banca

di

TROINA. Pena ridotta in appello per l’ex direttore di banca Sergio Sproviero, ennese di 64 anni, che avrebbe raggirato alcuni investitori di Troina, tra cui un’anziana, che gli avevano affidato il denaro per farlo fruttare. I giudici della seconda sezione penale della Corte d’appello di Caltanissetta, presieduta da Andreina Occhipinti, hanno ridotto da tre anni e un mese a 2 anni la pena inflitta a Sproviero per truffa aggravata.

La corte ha riconosciuto all’imputato le attenuanti generiche, ritenute equivalenti all’aggravante di aver provocato un danno rilevante alle vittime. In più è stata dichiarata prescritta l’ipotesi di detenzione abusiva di un coltello e di un’ascia, che furono trovati nella sua auto. A ricorrere in appello è stato il difensore di Sproviero, il penalista Gabriele Cantaro, che ha ottenuto la parziale riforma della sentenza in appello; anche se la difesa ha sempre respinto tutte le accuse, sostenendo che, fino a quando non esplose il caso, lui avrebbe sempre regolarmente pagato i clienti.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X