TRIBUNALE

"Sparò e uccise il padre", uomo di Barrafranca sarà sottoposto a perizia psichiatrica

di

BARRAFRANCA. Chiamò suo padre che era al piano terra, chiedendogli di raggiungerlo sopra, nella casa di famiglia. E non appena il genitore, il sessantanovenne Salvatore Spataro, salì l’ultimo gradino, gli sparò un colpo di fucile al torace, che lo uccise sul colpo.

Poi rivolse l’arma contro sé stesso e provò, non riuscendoci, a togliersi la vita, facendo fuoco altre due volte e centrandosi con entrambi i colpi, all’addome e alla mandibola. Adesso il Pm Daniela Rapisarda ha chiesto e ottenuto dal gip che si svolga una perizia psichiatrica, nelle forme dell’incidente probatorio, su Giuseppe Spataro, 34 anni, che si trova agli arresti ai domiciliari.

I fatti risalgono al 7 ottobre e forse il giovane avrebbe agito perché non tollerava l’eccessiva dedizione al lavoro del genitore, con cui operava nell’azienda agricola di famiglia, che l’avrebbe indotto a pretendere troppo da lui. Il gip Luisa Maria Bruno ha conferito incarico allo psichiatra Salvatore Bruno, collaborato dallo psicologo clinico forense Cristian Tinebra. La perizia è già in corso.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X