TRIBUNALE

Detenuto seviziato e violentato, tre condanne a Enna

di

ENNA. Secondo la Procura, tre anni fa avrebbero commesso sevizie, maltrattamenti e abusi ai danni di un loro compagno di cella all’interno del carcere di Enna. La vittima, un giovane catanese, sarebbe stato minacciato di morte, e di fare del male anche ai suoi familiari, se solo avesse parlato.

Per questo, con accuse di maltrattamenti aggravati, lesioni e violenza sessuale – la vittima sarebbe stata stuprata con una bottiglietta di profumo – il gup di Enna Luisa Maria Bruno, con rito abbreviato, ha emesso tre condanne.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X