TRIBUNALE ENNA

Si spaccia per emissaria di Messina Denaro, donna di Valguarnera incapace di intendere

VALGUARNERA. Per il tribunale di Enna, Maria Gabriella Arena, dipendente del Comune di Valguarnera, 50 anni, che si era spacciata per una emissaria del boss latitante Matteo Messina Denaro e si era fatta consegnare da un grosso imprenditore ennese 25 mila euro, è incapace di intendere e volere.

La donna, assistita dall’avvocata Sinueè Curcuraci è stata scarcerata oggi mentre il processo è stato rinviato a maggio per la discussione.

La donna era stata arrestata subito dopo che l’imprenditore le aveva consegnato i soldi in una busta di carta su richiesta del Pm della Dda di Caltanissetta, Roberto Condorelli.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X