Usura ed estorsione a Leonforte: vittime minacciate con le armi

di

PALERMO. Avrebbero prestato soldi a tassi usurai a persone indigenti a Leonforte e le avrebbero poi minacciate per avere il denaro indietro. Sono stati arrestati Carmelo Maimone Baronello, il fratello Angelo, e Carmelo Rinaldi. I tre i sono tutti accusati dei reati di usura ed estorsione. Gli interessi usurai erano pari al cento per cento.

Il tasso saliva ulteriormente nel caso in cui, tra il prestito e la restituzione, passava tempo. I tre avrebbero anche intimidito le loro vittime con l’uso delle armi. Gli agenti hanno pedinato Carmelo Maimone Baronello  e hanno scoperto che aveva sotterrato un mini arsenale in campagna. Gli agenti hanno trovato sotto le pietre una pistola calibro 7,65 e due caricatori  con di otto cartucce.

I fratelli Maimone Baronello e i loro collaboratori di solito interravano le armi in punti isolati dei terreni, nascondendole dentro tubi di gomma. Fucili, pistole e cartucce sono state trovate dagli agenti di polizia in diverse perquisizioni nelle campagne ennesi.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X