POLIZIA

Traffico di droga a Leonforte, al telefono la droga veniva chiamata "zucchero"

di

 

«Ci vediamo per prendere un caffè». «Portami lo zucchero». Era un linguaggio criptico, ma neanche troppo, quello utilizzato dai leonfortesi coinvolti nell’operazione Anno del Gallo, l’inchiesta con cui il personale del commissariato di polizia di Leonforte e della squadra mobile di Enna ha sgominato una presunta organizzazione dedita al traffico di droga nell’hinterland.

Alcuni presunti acquirenti parlano genericamente di “roba”, vedendosi rispondere come sempre di si, che non c’era alcun problema a “prendere il caffè” assieme.

Sono in tutto una ventina i tossicodipendenti, in certi casi anche molto giovani – ma non minorenni – individuati dalla polizia durante le indagini. Il personaggio di spicco dell’inchiesta, il leonfortese Enrico Pizzuto, era stato beccato a sua volta in flagrante, nell’estate di due anni fa, durante un viaggio finalizzato ad acquistare la droga.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X