AGIRA

Processo "Nickname", pene ridotte in Appello per i 18 imputati

di
processo nickname, Enna, Cronaca

Clamoroso verdetto della Corte di appello di Caltanissetta al processo “Nickname”, sui presunti gruppi di spacciatori che avrebbero trasformato Agira in una sorta di centrale della droga per l’intero circondario, scoperti e arrestati nel 2013 dal Commissariato di Leonforte.

Ieri, dopo un annullamento in Cassazione della sentenza di appello, i giudici hanno inflitto 3 anni di reclusione a Pietro Cuccia, ritenuto a capo di un gruppo di spacciatori di marijuana, e 2 anni 10 mesi e 20 giorni a Massimiliano Scaminaci, che avrebbe capeggiato un gruppo di spacciatori di cocaina.

La sentenza della Corte d’appello di Caltanissetta, presieduta da Giuseppe Melisenda Giambertoni, consiglieri Francesca Pulvirenti e Salvatore Faro Faussone, è uscita ieri pomeriggio e ha ridotto drasticamente le pene inflitte ai 18 imputati. I dettagli nel Giornale di Sicilia in edicola.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X