TRIBUNALE

Massacrò di botte il padre, un anno di reclusione per un uomo di Valguarnera

di

Massacrò di botte il padre che aveva osato rimproverare i suoi fratellini, rei di litigare tra loro per l’apertura delle uova di Pasqua. Preso a pugni e calci, subito dopo il pranzo pasquale, lo scorso 1 aprile il genitore finì in ospedale all’Umberto I di Enna, dove i medici furono costretti a sottoporlo a un delicato intervento chirurgico per salvargli la vita: i colpi al torace e al volto avevano danneggiato anche alcuni organi interni.

Per il genitore fu in prognosi riservata. Per questo un ventunenne di Valguarnera è stato condannato a un anno di reclusione, ma è stato dichiarato un vizio parziale di mente e il giudice ha ordinato il ricovero in una casa di cura e di custodia per non meno di sei mesi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X