IL CASO

"Viadotti a rischio di crolli", ad Enna dopo un mese cala il silenzio

di

Ancora senza finanziamento le campagne di indagini, le verifiche e lavori di messa in sicurezza che il Libero consorzio comunale di Enna ha segnalato alla Regione su richiesta dell’ente regionale che ne aveva sollecitato l’invio dopo il crollo del ponte Morandi a Genova. Il report delle condizioni di ponti, opere di attraversamento, opere infrastrutturali e di servizio delle strade provinciali era stato consegnato a Palermo a fine agosto. «Stiamo seguendo la vicenda - assicura il dirigente dell’Ufficio tecnico provinciale, l’ingegnere Paolo Puleo - abbiamo avuto degli incontri con il capo di gabinetto per trovare una modo per attingere ai fondi necessari alle indagini».

Per alcuni interventi l’Ufficio tecnico provinciale sa cosa sarebbe necessario fare per altre bisognerà attivare la programmazione.

La notizia completa nel Giornale di Sicilia in edicola

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X