CASSAZIONE

Enna, seviziò l'ex compagna: sentenza definitiva per un operaio edile

Definitiva, a seguito del pronunciamento della Corte di cassazione, la condanna nei confronti di A.B., operaio edile di 47 anni, che dovrà scontare 6 anni di carcere per avere barbaramente seviziato la sua ex compagna costringendola ad aberranti pratiche sessuali anche cona arnesi da lavoro.

L’uomo di cui non sono mai state rese note le generalità per tutelare la vittima e i figli di lei, avuti da una precedente relazione e che all’epoca dei fatti, il 2009, erano minorenni, da un paio di giorni si trova nel carcere di Enna dove è stato tradotto dalla polizia che lo ha rintracciato e arrestato a Pergusa giovedì pomeriggio.

La condanna definitiva è arrivata per il reato di violenza sessuale, aggravato dall’aver adoperato sevizie e dall’aver agito con crudeltà.

L’articolo completo nell’edizione della Sicilia orientale del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X