stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Troina, è di un quarantenne rumeno il cadavere trovato nel canalone
CARABINIERI

Troina, è di un quarantenne rumeno il cadavere trovato nel canalone

di

TROINA. È di Mihai Albu, un cittadino romeno di 42 anni senza fissa dimora, il cadavere rinvenuto giovedì sera scorso in fondo al canalone di contrada Calabrò. L'identificazione della salma, avvenuta grazie al riconoscimento di un amico dell'uomo residente nella provincia di Catania, ha confermato l'ipotesi investigativa dei carabinieri che avevano subito ipotizzato si trattasse di un romeno la cui scomparsa era stata denunciata dalla sorella una decina di giorni addietro a Paternò.

Le indagini condotte dai carabinieri della Compagnia di Nicosia - guidata dal capitano Marco Montemagno e coadiuvata dal Nucleo investigativo di Enna - hanno rilevato che l'uomo fosse giunto a Troina per lavorare stagionalmente nelle campagne per le raccolta delle olive.

E qui che probabilmente in preda a un forte stato confusionale, così come riferito dal pastore troinese che lo aveva avvistato nei dintorni della propria campagna qualche giorno prima di segnalare la presenza del cadavere ai carabinieri e confermato dall'amico, avrebbe girovagato senza meta fino a morire di freddo e di stenti. L'autopsia effettuata venerdì scorso al cimitero di Nicosia dal medico legale Ferdinando Priolo, su disposizione del Sostituto Procuratore di Enna Francesco Rio, ha infatti subito escluso la morte dell'uomo per cause violente.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X