stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca "Fornì una dose letale", condannato un ennese
TRIBUNALE

"Fornì una dose letale", condannato un ennese

di

ENNA. Secondo la Procura, sarebbe lui lo spacciatore che diede una dose letale di cocaina a Maurizio Bannò, disoccupato di 38 anni, morto per overdose il 7 agosto 2011. Eppure due anni fa il presunto pusher Paolo Gazzo, condannato a 4 anni e 2 mesi per spaccio, è stato assolto dall’accusa di “morte come conseguenza di altro delitto”: per il giudice, non ebbe responsabilità per la morte. Per questo ora si va in appello, su ricorso della Procura.

E la Corte di Caltanissetta ha fissato l’udienza per il 3 maggio. Il ricorso è stato sollecitato dalla famiglia di Bannò, che si è costituita parte civile, assistita dagli avvocati Piero Patti e Antonina Provitina. In pratica la Procura chiede di condannare Gazzo anche per la morte del “cliente”. Un anno dopo, si ricorda, era giunto un patteggiamento tra Gazzo e i suoi difensori, gli avvocati Gaetano Grassia e Orazio Spalletta, e la Procura di Nicosia. La pena concordata era 4 anni e 6 mesi.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X