Villadoro, l’Asp abolisce i prelievi

Luciano Ciotta presidente del consiglio di Circoscrizione: non è giusto che venga tolto il servizio. Non possiamo assistere inermi allo scippo

VILLADORO. Dopo sette anni l'Asp non eroga più il servizio prelievi nella frazione, dove veniva garantito due volte al mese. La decisione sarebbe stata presa perché non ci sarebbe disponibilità di personale. "Non è giusto - spiega Luciano Ciotta, presidente del consiglio di circoscrizione - che i villadoresi non abbiano più il servizio. Siamo pronti ad avviare una protesta - sottolinea - ma stiamo aspettando che il sindaco Malfitano ci dica cosa dobbiamo fare. Non possiamo assistere inermi allo scippo di questo servizio che per la comunità è fondamentale".

A marzo del 2006 a Villadoro era stato istituito un centro per i prelievi di sangue. L'essenziale servizio era arrivato dopo anni di richieste da parte degli abitanti della frazione. Il centro sanitario, in via Principe, inizialmente garantiva il prelievo tutti i giovedì dalle 9 alle 12 con l'assistenza di un medico e di un infermiere professionale. Le due figure avevano garantito la loro presenza per i primi anni tutti i giovedì mattina. I prelievi venivano effettuati il giovedì e quindi le provette con i campioni di sangue venivano trasferiti, dal personale sanitario, al laboratorio analisi del Basilotta, per essere analizzati. Quindi i referti potevano essere ritirati direttamente a Villadoro il giovedì successivo al prelievo. Pian piano la presenza settimanale è stata garantita ogni 15 giorni ma comunque nessuno si lamentava.

"Chiediamo alla sanità provinciale e a quella locale - continua Ciotta - di mantenere il servizio a tutela del diritto alla salute dei nostri anziani, che sono moltissimi e la stragrande maggioranza di loro potrebbe raggiungere il Basilotta solo con l'autobus visto che non sono automuniti e spesso vivono da soli perché i loro figli sono emigrati. Ancora una volta - specifica Ciotta - ci sentiamo emarginati e poco garantiti nei nostri diritti, ma non ci rassegniamo". Villadoro, amministrativamente è frazione di Nicosia, ma di fatto dista dalla città 18 chilometri. "Giorno 4 è stato comunicato che il servizio non sarebbe più stato erogato e giorno 7 chi aspettava per il prelievo ha aspettato invano. Se sarà necessario ci rivolgeremo anche al presidente Crocetta, anche perché gli utenti sono disposti a pagare qualcosa per ogni prelievo pur di avere la garanzia del servizio". I prelievi effettuati ogni 15 giorni andavano da 20 ai 30.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati