Rifiuti a Piazza Armerina, resta vuota l’area ecologica

Doveva servire a evitare l'abbandono di elettrodomestici in giro per la città, tra le campagne e nei boschi

PIAZZA ARMERINA. Doveva servire a evitare l'abbandono di elettrodomestici in giro per la città, tra le campagne e nei boschi, ma a quasi tre mesi dalla sua istituzione sembra essersi dimostrata un fallimento. L'area temporanea per il deposito di rifiuti ingombranti, individuata all'interno dell'area dell'ex mercato ortofrutticolo in seguito ad un accordo tra il Comune e Siciliambiente, non sembra aver cambiato di una virgola le vecchie e cattive abitudini di una parte della città.
I camion entrano vuoti nell'area ed escono sempre vuoti, di elettrodomestici dei cittadini neanche l'ombra. Non solo. Secondo quanto confermato dalla stessa ditta che si occupa della raccolta dei rifiuti solidi urbani in città, i mezzi pesanti tornano pieni zeppi di rifiuti ingombranti solo dopo aver fato il solito giro per il centro urbano e dintorni. Cosa non ha funzionato nella sperimentazione? In parte forse la mancanza di un'adeguata campagna di informazione per i cittadini ha impedito all'iniziativa di raggiungere gli utenti. E qui si assiste ad un rimpallo di responsabilità, perché la Protezione civile comunale che ha seguito la vicenda fin dall'inizio ha ritenuto che la pubblicizzazione del nuovo servizio dovesse spettare al gestore della raccolta rifiuti. Da parte sua la ditta, al contrario, ha sempre ritenuto che la campagna di informazione spettasse al Comune, interessato a migliorare le condizioni delle strade. Insomma quanto le parti si sono incontrate questo punto è stato non trattato o sottovalutato e di fatto l'iniziativa è rimasta poco conosciuta. Anche per far sapere ai cittadini che per un giorno a settimana, il sabato mattina, è possibile poter disfarsi di un elettrodomestico rotto e non più utilizzato recandosi in via Manzoni, all'interno dell'ex mercato ortofrutticolo. A contribuire in modo determinante al fallimento dell'iniziativa, però, anche l'inciviltà di quanti continuano ad utilizzare le campagne e i boschi come pattumiere, senza incappare mai in controlli da parte delle forze dell'ordine.
Oltretutto Siciliambiente continua a ricordare come esista da tempo un numero dell'azienda, lo 0935682833, al quale poter rivolgersi per concordare tempi e modi per disfarsi di un elettrodomestico, con il prelievo che viene fatto a domicilio da parte degli operai della ditta. L'utente deve solo farsi trovare con il rifiuto ingombrante davanti casa. Un servizio anche questo al quale i cittadini sembrano ricorrere solo raramente. Anche in questo servirebbe un ulteriore campagna di informazione a colpi di manifesti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati