Studenti pendolari di Pietraperzia, odissea infinita: bus in ritardo e a scuola fuori orario

ENNA. Gli autobus degli studenti pendolari partono per la vicina Caltanissetta in ritardo e i ragazzi arrivano nelle rispettive scuole sempre fuori orario. Loro si chiedono se siano "Studenti di categoria inferiore". Hanno preso carta e penna ed hanno scritto una lunga lettera al sindaco di Pietraperzia Enzo Emma, all'assessore Comunale alla Scuola Paolo Di Marca, al capo settore Affari Generali del Comune Giovanna Di Gregorio e alla Sais Trasporti di Palermo. «Siamo sconcertati da come veniamo trattati - si legge nel loro documento - nel poter raggiungere la scuola nel vicino comune di Caltanissetta». Il nostro Comune di Pietraperzia - scrivono ancora gli studenti pendolari - anticipa per conto della Regione Siciliana, gli abbonamenti scolastici per darci la possibilità, tramite un servizio di autobus, di raggiungere la scuola di appartenenza, ma tale servizio effettuato dalla società «SAIS Trasporti», non è idoneo allo scopo in quanto, per ragioni a noi sconosciute, non ci assicurano l'arrivo in tempo, ovvero prima dell'inizio delle lezioni». L'inizio delle attività didattiche, varia, a seconda dell'istituto di appartenenza, tra le 8,10 e 8,20 e i dirigenti scolastici hanno attivato i 10 minuti di "tolleranza". E continuano: "Raramente tale tolleranza è rispettata, per quelli del Liceo Scientifico, dove l'ingresso è previsto per le 8,10, e per altri istituti del centro dove il traffico giornaliero rallenta enormemente l'arrivo nelle zone del Classico e del Liceo delle Scienze Umane». Questa consuetudine da parte della SAIS Trasporti è divenuta ormai un diritto acquisito, e per noi studenti risulta essere una penalizzazione in quanto questi continui ingressi ritardati incideranno molto a fine anno scolastico sia sul rendimento, che sulla condotta scolastica. Forse questo è un modo per negarci il "Diritto allo Studio" visto che arriviamo in classe a lezione già iniziata, con tutte le conseguenze del caso. Più volte è stato richiesto al "Capo Servizio" della SAIS Trasporti, che gli autobus partissero da Pietraperzia entro le 7,30" per dare a tutti la possibilità di raggiungere il proprio istituto scolastico, prima dell'inizio delle lezioni, ma detta richiesta è stata non ascoltata". Gli studenti stanno aspettando il consiglio comunale ordinario convocato dal presidente del consiglio comunale Rosa Maria Giusa per lunedì prossimo alle 19 saranno presenti rappresentanti ufficio assistenza del Comune.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati