Enna, Archivio

Sul biglietto cumulativo a Villa Romana è battaglia a Piazza, Gangi: «Così non si valorizzano i siti»

Un solo ticket di 14 euro per Villa Romana e Morgantina, ma la proposta non piace al sindaco di Aidone. I sindacati saranno ricevuti in Comune

PIAZZA ARMERINA. Finirà in consiglio comunale il contestato biglietto unico obbligatorio a 14 euro Villa Romana-Aidone-Morgantina. I sindacati hanno chiesto di essere ascoltati al più presto in conferenza dei capigruppo. La Confesercenti provinciale considera la soluzione messa a punto dall'assessorato regionale ai Beni culturali, in programma a partire dal 4 novembre, come "disastrosa" per il centro storico armerino.
Ma il ticket cumulativo, così come congegnato, non piace affatto neanche al sindaco di Aidone, Filippo Gangi: "La decisione dell'introduzione del biglietto cumulativo, da poter acquistare, obbligatoriamente peraltro, solo a Piazza Armerina, è sbagliata nel metodo e nel merito". "Nel metodo perché il potere centrale di Palermo, a torto, non sente lontanamente la necessità di confrontarsi con le istituzioni dei territori interessati, imponendo una decisione sciagurata e inspiegabile che compromette uno strumento strategico dei due territori contigui che hanno interesse reciproco a essere considerati un unico ambito dal punto di vista turistico, con buona pace di tutti gli sforzi che si vanno profondendo in tal senso, vedi Distretto Turistico Dea di Morgantina", spiega il primo cittadino aidonese.
"Nel merito perché non ha senso un biglietto che si può acquistare solo a Piazza e non ad Aidone, come dire che se 90 mila visitatori incominciano il loro tour da Aidone, spendono 10 euro di biglietto unico per l'ingresso al museo archeologico e al sito di Morgantina, salvo spenderne altri 14 se decidono di ammirare, a pochi chilometri, anche i mosaici di Villa Romana del Casale, con l'odiosità dell'obbligo di ricomprare il ticket per Aidone che hanno già visitato e con una spesa complessiva di 24 euro", aggiunge Gangi. "Delle due l'una: o si vuole promuovere il patrimonio archeologico di un territorio, che deve essere considerato unico, o si fanno i conti della serva, bramando i 4 euro di maggiorazione del ticket attuale per 400 mila visitatori, con un bottino complessivo di 1.600.000 euro, una sorta di pizzo estorto ai malcapitati visitatori di Villa Romana del Casale, infischiandosene del proseguimento della visita ad Aidone".
Per l'amministrazione aidonese la soluzione più semplice ed efficace sarebbe quella del biglietto cumulativo a 14 euro, disponibile e non obbligatorio sia ad Aidone sia a Piazza Armerina.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati