Provincia di Enna, i soldi ci sono: dipendenti e scuole tirano sospiro di sollievo

Enna, Archivio

ENNA. Il commissario della Provincia Salvatore Caccamo è fiducioso e ritiene che le possibilità per evitare il dissesto dell'ente ci sono. L'ottimismo deriva dalla riunione di lunedì a Palermo, dove gli assessori regionali al Bilancio e alle Autonomie locali, Luca Bianchi e Patrizia Valenti, hanno incontrato i nove commissari delle Province siciliane per comunicare la situazione finanziaria. Secondo Caccamo alla Provincia potrebbero andare 4 milioni e 500 mila euro: «Con questa somma siamo sicuri di chiudere il bilancio».
E aggiunge: «Non dovrebbero esserci problemi neanche per il 2014, visto che potremo utilizzare 2 milioni e 500 mila euro dall'avanzo di amministrazioni senza sforare il Patto di stabilità». Insomma dipendenti, precari e chi usufruisce dei servizi della Provincia potrebbe tirare un sospiro di sollievo. Non la pensa così il segretario provinciale dell'Udc Lorenzo Granata, ex consigliere provinciale: «Nella riunione di lunedì scorso la Regione si è solo impegnata a distribuire alle nove Province 12 milioni e 600 mila euro che in ogni caso non bastano». Secondo Granata si sono già fatte avanti altre Province per le somme: Caltanissetta, Trapani e Messina.
IL SERVIZIO NELL’EDIZIONE DI ENNA DEL GIORNALE DI SICILIA DI OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati