Enna, Archivio

Piazza, una falla sotto la rete fognaria Sopralluogo per i lavori urgenti

PIAZZA ARMERINA. Sarà un tavolo tecnico al consorzio dell'Ato Idrico ennese a definire tempi e modalità dell'intervento di manutenzione sulla condotta fognaria sotterranea dell'ex piazza Europa. Acquaenna, la società che gestisce in città il servizio idrico e fognario integrato, ha scritto al consorzio, al sindaco Filippo Miroddi e al presidente della commissione Lavori pubblici, Francesco Alberghina, chiedendo la convocazione di una riunione urgente, alla presenza dell'ufficio Tecnico comunale, per stabilire come intervenire e con quali competenze. La società si è resa disponibile sin da subito per gli interventi necessari. Una videoispezione effettuata qualche giorno fa ha fatto emergere un cedimento per un tratto di circa dieci metri della galleria sotterranea nella quale confluiscono le acque nere e bianche, con conseguente ristagno di acque miste. In pratica la galleria sotterranea in pietra che attraversa l'ex piazza Europa, con una volta ad arco alta 1 metro e 70 centimetri ed un letto di scorrimento delle acque di quasi 1 metro di larghezza, per un tratto presenta un cedimento. Inoltre nello stesso tratto si è rilevato un distacco della parete in muratura dalla volta. Il risultato di tali anomalie è sotto gli occhi di tutti all'angolo tra via Lo Giudice e via Chiarandà, con una fetta della piazza pesantemente avvallata e transennata per ragioni di sicurezza, a tutela dell'incolumità pubblica e privata, ed una parte di parcheggi pubblici inutilizzabile. Il presidente della commissione Lavori Pubblici, Alberghina, aveva chiesto e ottenuto con insistenza la verifica congiunta sotterranea da parte di Acquaenna e Comune ed un accordo tra le parti sul fronte delle competenze ad intervenire. Alcuni tecnici del gestore della rete idrica si erano calati nella galleria con la strumentazione di videoispezione, presenti il responsabile del cantiere armerino di Acquaenna, Antonino Crisafulli, e il dirigente comunale del settore Lavori pubblici Mario Duminuco, oltre alla stessa commissione Lavori pubblici. Sarà adesso l'Ato Idrico 5 di Enna a convocare le parti attorno allo stesso tavolo e a sbloccare la situazione di stallo. In pratica, trattandosi di condotta sotterranea con il passaggio di acque miste, sia fognarie, quindi di competenza di Acquaenna, sia bianche (quelle piovane, ndr), cioè di competenza del Comune, l'intervento di ripristino della galleria sotterranea peserà per un 80 per cento sulle casse comunali e per il restante 20 per cento su quelle del gestore privato. Anche se non si esclude un accordo finale diverso. Ma il dato importante, sottolineato dallo stesso presidente Alberghina e dagli altri componenti dell'organo consiliare, è che l'iter procedurale si sia messo finalmente in moto, mettendo da parte un continuo rimpallo di competenze che di fatto aveva lasciato dissestata l'area da tempo, tra le proteste e i disagi dei cittadini.
"Anche perché se, come dovrebbe essere deciso dal consiglio comunale, nell'ex piazza Europa verrà a brevissimo trasferito il mercato settimanale, a maggior ragione sarà necessario ottenere un intervento urgente di ripristino della condotta sotterranea e della sede stradale soprastante da tempo transennata", precisa Alberghina.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati