Escalation del punteruolo rosso a Piazza, al Comune pioggia di segnalazioni

PIAZZA ARMERINA. Nuovi casi nelle ville dei privati e tra il verde pubblico della città dei mosaici.Il punteruolo rosso, il coleottero killer che da tempo ha preso casa anche nella città dei mosaici, continua a mettere forte apprensione al palazzo comunale. Villa Roma, atrio Fundrò, San Francesco, piazza Duomo, Villa Garibaldi, sono solo alcuni dei luoghi in cui nell'ultimo anno alcuni esemplari storici sono stati abbattuti a causa del vorace inquilino.
«La situazione è gravissima, ricevo molte segnalazioni anche da parte di privati», ammette l'assessorato comunale al Verde pubblico.
Il punteruolo rosso diventa anche terreno di scontro politico, con l'opposizione che chiede all'amministrazione di fare di più e meglio.
«L'ultima ordinanza del sindaco nel contrasto a questo fenomeno risale alla fine del 2012, dopo più niente, eppure il coleottero che infesta le palme continua ad agire, a questo punto indisturbato, nell'indifferenza di un sindaco che non ritiene prioritario intervenire, come del resto è suo preciso obbligo», afferma Ilenia Adamo, segretario del Partito democratico.
«Ho dato disposizione all'ufficio Tecnico di intervenire, con il supporto di una ditta, laddove sia possibile ancora salvare la palma, quando però la pianta è infestata e non c'è più niente da fare la legge mi impone il taglio e la bonifica dei luoghi, si tratta di un'amara procedura che però dobbiamo portare avanti», dice l'assessore al Verde pubblico Giuseppe Mattia.
«L'ultima segnalazione risale al dicembre scorso, ad opera dei volontari dell'Avis, su una palma collocata nella piazzetta del Volontario, in evidente condizione di sofferenza, chi deve occuparsi del controllo di quanto sta accadendo? Ci sono altre piante già coinvolte? Altre aree verdi interessate? Ancora una volta negligenza e disattenzione al bene comune, questo è quello che rileviamo e denunciamo», insiste il segretario Adamo.
«Il punteruolo rosso è arrivato in città ed ha provocato le prime vittime tra le palme già prima di questa legislatura, si sa quanto sia difficile contrastarlo, ma stiamo facendo tutto quello che è previsto dalla normativa», sottolinea Mattia. Mappa alla mano è l'intero centro urbano che si presenta ormai sotto attacco dell'insetto killer, a macchia di leopardo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati