Liceo Linguistico a Enna, statalizzazione finale

ENNA. Sempre più vicino il passaggio del personale del liceo linguistico, dalla Provincia allo Stato. Un passaggio che interesserà tutto il personale: docente, amministrativo e tecnico. È un cammino iniziato dall'ex presidente della Provincia Giuseppe Monaco e che l'attuale commissario Salvatore Caccamo sta portando alla fine. Infatti nella prima fase venne statizzata la struttura adesso il passaggio del personale. E che la via intrapresa sia quella giusta lo lascia intendere il commissario dopo l'ultima riunione che ha avuto a Roma con i vertici del Miur e del Mef. All'incontro tecnico ha partecipato pure il direttore generale della Provincia Graziella Morreale che da tempo sostiene il passaggio allo Stato del liceo. Per il Miur hanno partecipato il capo dipartimento Chiappetta e il sottosegretario di Stato Roberto Riggi. Mentre per la Funzione pubblica era presente la dirigente Maria Barillà. «La presenza del sottosegretario Riggi, che ha rappresentato la parte politica - dice Caccamo - sottolinea e rafforza la chiara volontà dello Stato di assumersi l'onore della copertura finanziaria e di completare il passaggio definitivo del personale». La fase documentale sarebbe già a buon punto con il Miur che ha inviato da tempo una bozza di accordo aggiornata al Mef e al Ministero della Funzione pubblica. A quali spetta adesso di esprimere i relativi pareri. Dalla Provincia una priorità: "Nell'accordo si dovrà evincere con chiarezza che la copertura finanziaria graverà in futuro sulle casse dello Stato". Si attende quindi l'ultimo passaggio e cioè la sottoscrizione dell'accordo tra Miur, Mef e Provincia. Il commissario Caccamo non si sbilancia ma spera che le firme all'accordo possano essere poste già entro la fine dell'anno scolastico in corso.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati