Castello di Lombardia ad Enna Coro di "no" ai lavori alla cinta muraria

C’è scetticismo sull’intervento proposto e dicono a chiare lettere: "Il rimedio proposto è peggiore del male". Oggi inizieranno i lavori di ripulitura della parete rocciosa e poi ci sarà la decisione definitiva

Enna, Archivio

ENNA. Sono ben dieci le associazioni che si sono riunite in comitato per dire no ai lavori alla cinta muraria del Castello di Lombardia che ritengono invasivi e senza alcun indirizzo valorizzativo messo in campo dal Genio civile. E se continueranno su questo indirizzo le associazioni sono pronte ad adire le vie giudiziarie. Il comitato è composto dai rappresentanti di Legambiente, SiciliAntica, Avis, Accademia Pergusea, Italia Nostra, Fai, Il Campanile, Il Comitato promotore dei diritti del cittadino, Arcieri del Castello e Altrementi. Il problema della conservazione e valorizzazione dell'antico maniero è vasto ma in questo momento il primo obiettivo è la realizzazione del muretto, nella parte in cui è stato operato lo scavo, e della soprastante consevazione della roccia ammalorata.


UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI ENNA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati