Cantieri-servizio senza soldi, vertice a Leonforte

Enna, Archivio

LEONFORTE. C'è preoccupazione in città per il futuro dei lavoratori dei cantieri di servizio, ex reddito minimo d'inserimento che da circa quattro mesi non percepirebbero più compensi. Dalla Regione infatti, è stato rigettato il decreto di finanziamento per i primi quattro mesi dell'anno da parte della ragioneria dell'assessorato regionale alla Famiglia.
Mercoledì scorso intanto nei locali del Comune, si sono riuniti i sindaci della provincia di Enna assieme ai vertici provinciali della Uil e all'assessore comunale di Gela Ugo Costa, invitato personalmente dal sindaco di Leonforte Francesco Sinatra, per affrontare la delicata problematica dei fruitori dell'ex reddito minimo di inserimento. «La questione - spiega Sinatra - rischia di aggravarsi perché da Palermo è arrivata la notizia che il decreto di finanziamento per i primi quattro mesi è stato rigettato. Per questo mi è stato dato mandato di organizzare un incontro a Palermo, dove ci recheremo la prossima settimana per chiedere chiarimenti sul finanziamento e la relativa copertura finanziaria della misura assistenziale in corso. Nei primi giorni di maggio poi - continua il sindaco di Leonforte - la parte sindacale dei lavoratori con a capo Calogero Falcone organizzerà una manifestazione nel capoluogo siciliano, per protestare contro il mancato accreditamento delle somme e per chiedere lo stanziamento di quelle necessarie per arrivare alla fine dell'anno in corso».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati