Piazza Armerina, corso contro i rischi domestici

PIAZZA ARMERINA. Lezioni di primo soccorso e prevenzione dei rischi domestici per i cittadini piazzesi. A promuovere l'iniziativa l'associazione "Sicilia Soccorso" che attraverso i propri soci si occupa di protezione civile, emergenza sanitaria e sociale.
Un progetto di formazione/informazione rivolto soprattutto alla popolazione, focalizzato sulla prevenzione e conoscenza dei rischi domestici e sulla divulgazione delle principali procedure di primo soccorso.
Una sessantina i corsisti nell'aula di formazione del corpo F del presidio ospedaliero Chiello che hanno preso parte al primo corso di base per addetti al primo soccorso, destinato sia ad operatori sanitari che a tutta la popolazione. Il corso, tenuto dai docenti Carmelo Cuore, infermiere professionale Asp 4 Enna, e dal medico Noemi Rinaldi dell'azienda ospedaliera Garibaldi di Catania, è stato patrocinato dal Comune. Presenti il vicesindaco Giuseppe Mattia e il dirigente comunale Mauro Mirci, responsabile del servizio di Protezione civile comunale e Politiche ambientali.
"Missione del corso è stata la prevenzione degli incidenti e di quegli errori che potrebbero causare gravi conseguenze, come nel caso degli eventi traumatici, se non trattati adeguatamente, la conoscenza del primo soccorso, infatti, dovrebbe essere patrimonio di tutta la popolazione, poiché tutti potremmo potenzialmente essere vittime di incidenti o trovarci nella situazione di dover portare soccorso al prossimo o ai propri familiari", spiegano i responsabili di Sicilia Soccorso.
"Lo scopo è stato quello di fornire gli elementi base per poter intervenire in situazioni di emergenza nel modo giusto, senza arrecare ulteriori danni all'infortunato, permettendogli di attendere al meglio il soccorso qualificato", aggiungono.
L'associazione ha già pianificato di replicare il corso con successive edizioni, attivandone altri rivolti sia ad operatori sanitari che a tutta la popolazione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati