Enna, Archivio

Enna, il sindaco assicura: Pergusa non resterà senza spettacoli

ENNA. "Pergusa non rimarrà senza spettacoli. Verranno organizzati nella piazza del villaggio". Lo annuncia il sindaco Paolo Garofalo che ancora non riesce a darsi pace per aver perso l'appuntamento dell'Arts Village dentro l'autodromo. La manifestazione è stata spostata in fretta e furia allo stadio Gaeta ma non ha avuto quel richiamo che doveva e poteva avere. Da un grande evento si è trasfornata in una manifestazione che quasi quasi è passata in sordina. Anche perchè la gran parte degli occupanti dei 64 stands prenotati dentro il circuito hanno rinunciato così come alcuni artisti. Un'occasione persa per l'intera comunità che forse oggi si sta rendendo conto del devastante danno fatto a Pergusa in decenni e decenni. Creata la riserva è stata di fatto bloccata l'attività dell'autodromo e incatenata la riserva stessa da un regolamento, che alla Provincia, ente gestore, non si spaventano a definire "restrittivo". L'amministrazione comunale per la sua programmazione estiva aveva puntato completamente su due siti per offrire agli ennesi e ai visitatori un'estate piacevole: lo stadio Gaeta e Pergusa con gli ampi spazi dell'autodromo. "La nostra intenzione - il primo cittadino - era di dare vita ad una programmazione che ponesse Pergusa al centro dell'interesse. L'apertura delle piscine in tempo utile si inseriva in questo piano. Purtroppo Arts Village non si è potuta tenere dentro il circuito e la abbiamo dovuto dirottare la manifestazione nello stadio".
Secondo gli organizzatori gli eventi interni alla manifestazione sarebbero stati capaci di richiamare visitatori da fuori. Una testimonianza arriva dalla Pro loco Proserpina: "Riguardo questa manifestazione avevamo inviato tanti fax e tante mail ad altre pro loco e ci erano già arrivate già numerose risposte positive". Il danno c'è ma ha radici molto lontane. Probabilmente ci sarebbe ancora tempo per tentare di fermare la distruzione economica di Pergusa ma bisognerebbe intervenire immediatamente. Il Comune per mettere una pezza tenta di correre ai ripari con un proprio intervento per ridare spettacoli a Pergusa: "Capisco che la nostra - continua Garofalo - è una soluzione tampone e per questo non ci si può aspettare tanto ma stiamo facendo tutto quello che possiamo".
L'amministrazione ha cercato fondi per organizzare qualche manifestazione: "Abbiamo spulciato il bilancio e nelle pieghe qualcosa abbiamo trovato. Utilizzeremo circa 10 mila euro". Quindi non una grande somma anche perchè le casse di piazza Coppola uno non lo permettono ma un intervento per non dimenticare quello che era per Enna, anni fa, un vero villagio turistico. "Abbiamo individuato queste somme ed ora ci attiveremo per organizzare uno o più spettacoli".
Il Comune dopo anni ritorna quindi a organizzare in proprio: "Nostro malgrado. Da tempo avevamo abbandonato questi percorsi. Ormai ad Enna sono i privati che organizzano e che trovano un riscontro nella vendita di biglietti. Ma questa di Pergusa per noi rappresenta una emergenza. E' vero è poco quello che stiamo mettendo in campo - dice Garofalo - ma non possiamo fare di più".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati